top of page

ANALISI OLI LUBRIFICANTI

Come nella medicina umana le analisi cliniche del sangue ci danno informazioni riguardo alle funzioni dei nostri organi, cosí l'analisi qualitativa e quantitativa dei lubrificanti consente una diagnosi attendibile sullo “stato di salute” dei propulsori, delle trasmissioni di potenza e degli impianti idraulici. L'olio, oltre ad assolvere alla sua funzione lubrificante è anche un importante veicolo di informazioni, tramite il quale è possibile individuare eventuali incipienti usure consentendo così di programmare interventi tecnici mirati, prima che si manifesti una più grave avaria, con notevole risparmio economico, ed evitando fermi barca imprevisti.

TERMOGRAFIA ALL'INFRAROSSO

La Termografia all'Infrarosso trova applicazione nel controllo delle carene sia in composito di vetroresina sia in legno. 
Un rilievo termografico fornisce un quadro completo e verosimile delle condizioni effettive dell'imbarcazione, evidenziando eventuali anomalie strutturali.
Possono essere individuate zone di eccessiva umidità causate anche da fenomeni osmotici, fratture del composito o precedenti interventi di riparazione.
Le nostre termocamere sono in grado di apprezzare delta termici dell'ordine di centesimi di grado, fornendo dati altamente attendibili. 

I NOSTRI SERVIZI

contaminazione.jpg
liquido-pulito.png
liquido-rosso.png

Immagini gentilmente concesse da Renox srl

ANALISI CARBURANTI

L'umiditá che si accumula inevitabilmente nei serbatoi del gasolio, origina la crescita di batteri, cosidetti anaerobici, in quanto vivono e prolificano anche in assenza di aria. Tali microrganismi determinano la formazione delle biomasse, risultato dei loro prodotti metabolici, visibili sotto forma di melme o morchie che si depositano sul fondo del serbatoio, e che inevitabilmente entrano nel circuito di alimentazione, causando l'intasamento dei filtri, degli iniettori e della pompa, provocando inoltre la corrosione dei metalli (biocorrosione), data la loro acidità. Tali biomasse non sono solubili negli idrocarburi, e sono incompatibili alla combustione.
Sono sufficienti 100 ppm di acqua (100 gr. in 1000 kg !) per consentire la crescita microbica.
Per conoscere la qualitá del gasolio utilizzato, e per accertare una eventuale contaminazione batterica, possibile causa di danni e avarie, è sufficiente analizzare un campione di carburante. Se necessario è consigliabile procedere in seguito alla bonifica dei serbatoi con prodotti biocidi, ed adottare una attenta strategia di mantenimento con additivi appropriati, al fine di utilizzare combustibile pulito, che garantisce oltre alla salvaguardia dei serbatoi e del circuito di alimentazione, un miglior rendimento dei propulsori, un minore consumo e un minore inquinamento.

ULTRASUONI

Questo tipo di controllo, basato sull'utilizzo di onde ultrasonore, viene effettuato in molte occasioni, dal controllo dell'integritá di un composito alla misurazione degli spessori.
In pratica i sistemi diagnostici non distruttivi altro non sono che grandi amplificatori dei nostri sensi, in questo caso dell'udito, anche se il vecchio mazzolo di gomma ha ancora un suo perché ! 

Il controllo con strumento ad ultrasuoni può essere effettuato sia su composito di vetroresina o carbonio sia su strutture metalliche.

Ancora 1
bottom of page